Ri-bellarsi, la parola più bella del mondo!

.

Sono giorni che rifletto su questa parola, sarà la Cataluña, sarà quel che sarà, ma rieccheggia in me come non mai. E più prendo coscienza della sua etimologia, più capisco che fa parte di quella cerchia di parole di cui è stato alterato o nascosto il significato per far si che l’uomo provi un senso di colpa nel fare qualcosa di bello per sé! Una parola che di solito si mette in relazione a disordini civili, scontri armati, forche e forconi ma  che in realtà contiene il valore, il principio più bello del mondo: la BELLEZZA!

Preso atto che qualcosa effettivamente non torna, ma senza voglia di arrivare a parlare in astratto di tristi tesi complottistiche contro l’umanità, mi ritorna in mente la frase che più di ogni altra cosa riassume tutto ciò che sto facendo nella mia vita:

Gli animali sono anime alleate che aiutano l’uomo a non disumanizzarsi per le ferite ricevute dagli altri.

Si. Che poi non è niente di diverso del RI-BELLARSI, è la stessa cosa solo detta con altre parole e proposta attraverso la consapevolezza della relazione con gli animali. Bene. Quindi mi sto adoperando a ri-bellare il mondo… Wow!

Ogni tanto prendere coscienza di queste cose fa veramente bene, ti fa sentire bene anche con quella parte del mondo che non ti capisce, perchè fondamentalmente lo fai anche per aiutare loro. Prendere coscienza di ciò che fai ti fa proprio dire “WOW!” ed essere orgoglioso e soddisfatto di te!

Queste e molte altre riflessioni affollano la mia mente quando porto fuori Fiocchi, ma non senza darmi anche un qualcosa di concreto durante la passeggiata. Tanto che proprio mentre mi interrogavo sul significato nascosto di quella parola, mi ritrovo davanti al parcheggio di una proprietà privata con tanto di sbarra e cartello  “Noi non possiamo entrare” con la solita immagine del cane stricato di rosso. Naturalmente Fiocchi va proprio lì, annusa tutt’intorno l’erba accanto alla colonnina dove c’era in bella vista il cartello e con la nonchalance che contraddistingue tutti i cani che si relazionano con il mondo artificiale dell’uomo, ci fa la pipì sopra…

RI-BELLARSI e mi è scoppiata una grossa risata! Si, perchè la questione delle pipì canine credo sia il cruccio di chi va in giro con un cane maschio. Perchè sui muri no, perchè sono muri, sulle macchine no, perchè sono macchine, sul marciapiede nemmeno perchè è brutto da vedere, e in mezzo alla strada diventi un pericolo pubblico, per non parlare poi dei spazi verdi, anche quelli a volte non vanno bene.

Ciò che voglio dire è che mi stava già salendo un misto di fastidio e disagio per dover eventualmente confrontarmi con qualcuno su una situazione che dal punto di vista legale non giocava a mio favore (perchè poi di solito queste discussioni finisco sui commi del codice civile e le ordinaze del sindaco!) e Fiocchi nel suo essermi anima alleata si è ri-bellato (ma lui è sempre bello!) a ciò che può risultare eccessivo del mondo di noi uomini, per farmi tornare il sorriso

Non servono forche e forconi per ri-bellarsi, e nemmeno fumogeni e bombe carta, a volte basta una pipì! ^_^